E' possibile richiedere il Bonus con riferimento ad un impianto condominiale utilizzato per i soli servizi condominali?

No, non è possibile. Il Bonus relativo alla fornitura centralizzata può essere richiesto solamente nel caso in cui la fornitura centralizzata è utilizzata per uso domestico nell’abitazione di residenza.
Il Bonus, quindi, non può essere richiesto con riferimento ad una fornitura centralizzata di gas che è utilizzata per i soli servizi condominiali.

Quanti Bonus Gas si possono richiedere per ogni nucleo familiare?

Ogni nucleo familiare, rilevante ai fini del calcolo ISEE, può richiedere un solo Bonus Gas.

Quali sono le categorie d'uso del gas naturale in relazione alle quali si può richiedere il bonus?

Le categorie d’uso del gas per le quali si può richiedere il Bonus sono:

Se il cliente diretto ha una fornitura individuale e una centralizzata, può richiedere il Bonus Gas per entrambe le forniture?

Nel caso in cui il cliente diretto sia servito anche da un impianto condominiale, può ottenere la compensazione anche in relazione alla quota parte relativa all’impianto condominiale se:

-    rispetta tutte le condizioni di ammissibilità previste per i clienti diretti e per i clienti indiretti

Comunicazione ANCI

18/12/2009 10:46

Dopo il Bonus elettrico continua l’impegno dei Comuni a favore delle famiglie e delle fasce più deboli della popolazione nell’ambito della nuova iniziativa dedicata all’erogazione del Bonus Gas.

Per accedere al Bonus Gas, a quale periodo deve fare riferimento l'attestazione ISEE?

In linea generale, per accedere al Bonus è sufficiente presentare un’attestazione ISEE che sia in corso di validità al momento della presentazione dell'istanza, indipendentemente dall'anno di riferimento dei redditi del dichiarante.
Pertanto, dal momento che un’attestazione ISEE ha validità 12 mesi, è rilevante la data di emissione dell'attestazione piuttosto che l'anno di riferimento del redditi.

Cosa succede in caso di variazione delle condizioni di ammissione al Bonus Gas?

Per il cliente domestico diretto le modifiche contrattuali comportano la cessazione contestuale del diritto alla compensazione, il cambio di residenza (segnalato tramite il Comune di nuova residenza) comporta la continuità del beneficio sul nuovo PDR, Le modifiche di numerosità familiare, categoria d’uso e zona climatica, invece, hanno effetto dal rinnovo della compensazione.

Quanto vale il Bonus Gas?

Il valore del Bonus Gas è determinato ogni anno dall’Autorità per l'energia elettrica e il gas per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte). Il valore del Bonus è differenziato:

Quante e quali sono le categorie di beneficiari del Bonus Gas?

In  base a quanto stabilito dalla delibera ARG/gas 88/09 e s.m.i., vengono individuate due distinte categorie di beneficiari:

Condividi contenuti