Carta SIA

 
AVVISO A TUTTI GLI OPERATORI CHE UTILIZZANO SGATE PER L'ACCESSO A SIA
 
Come noto, dal 1° gennaio 2018 il SIA (sostegno all'inclusione attiva) non è più riconosciuto essendo confluito nel Reddito di Inclusione (REI) ai sensi dell'art. 17, decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, e dal 1 novembre 2017 non è più possibile presentare domande di accesso al SIA (circolare INPS 22 novembre 2017, n. 172).

Ai beneficiari del SIA che avevano presentato domanda entro il 31 ottobre 2017 la prestazione SIA è stata erogata per la durata e secondo le modalità stabilite dal citato d.lgs. n. 147/2017, fatta salva la possibilità di richiedere, a partire dal 1° dicembre 2017, la trasformazione della misura SIA in REI.

Per quanto sopra si comunica che a partire da lunedì 5 novembre 2018 sarà sospeso l'accesso da SGAte al servizio SIA e che dal successivo lunedì 19 novembre il relativo link sarà rimosso dal menu SGAte.

Per eventuali ulteriori informazioni si rinvia all'apposita pagina del portale INPS mentre in caso di necessità di accesso al SIA per la gestione di code di progetti in corso si rinvia alla porta di accesso a SIA disponibile sullo stesso portale INPS.

Per maggiori dettagli sul Reddito di Inclusione è possibile fare riferimento all'apposita sezione del portale INPS.
 
 

A seguito della pubblicazione in data 18 luglio 2016 sulla Gazzetta ufficiale n. 166 del Decreto Interministeriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che istituisce il Sostegno per l’Inclusione Attiva, ANCI ha integrato nella propria piattaforma SGAte un apposito modulo per la gestione del SIA.
Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate nelle quali almeno un componente sia minorenne oppure sia presente un figlio disabile o una donna in stato di gravidanza accertata. Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, sostenuto da una rete integrata di interventi individuati dai servizi sociali dei Comuni (eventualmente coordinati a livello di Ambiti territoriali), in rete con gli altri servizi del territorio (i centri per l’impiego, i servizi sanitari, le scuole) e con i soggetti del terzo settore, le parti sociali e tutta la comunità.
Il progetto viene costruito insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i componenti, instaurando un patto tra servizi e famiglie che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute.
L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.
SGAte-SIA rappresenta lo strumento informatico che consente di gestire l'intero iter di raccolta e valutazione delle domande e il successivo invio a INPS.

Altre sezioni utili: