GAS - Revisione disciplina per categorie d'uso e bonifici forniture miste

03/12/2013 10:59

A partire dal 1 gennaio 2014 l’uso riscaldamento dichiarato dal cittadino è assimilato, ai sensi del TIBEG, all’uso riscaldamento, acqua calda e cottura cibi, quindi il cittadino che correttamente dichiara riscaldamento ottiene come corrispettivo quello associato ad ACR, così come previsto dalla regolamentazione.

 La nuova regolamentazione si applica alle domande di agevolazione per le quali: 

Data inizio agevolazione >= 01/01/2014

Nel caso in cui il cittadino dichiari una singola fornitura (un solo punto di consegna del gas, individuale o centralizzato) al distributore verrà inviato ACR sia quando il cittadino dichiara solo riscaldamento sia quando dichiara acqua calda/cottura cibi e riscaldamento. Solo nel caso in cui il cittadino dichiari solo acqua calda/cottura cibi verrà inviato al distributore AC.

Nel caso in cui il cittadino presenti una domanda di agevolazione che prevede una fornitura mista (sia fornitura individuale che centralizzata) SGAte assegna alla fornitura individuale l’uso ACe alla centralizzata l’uso ACR. In questo modo il distributore potrà correttamente verificare la congruità di AC (corrispondente a C2) sul PDR individuale e ACR (corrispondente a C3 o C1) sul condominiale.

Il distributore, dopo aver effettuato TUTTI i controlli previsti dalla normativa e aver determinato la possibilità di attivare il bonus e di restituire a SGAte un OK, ha l’obbligo di verificare e restituire a SGAte l’eventuale anomalia delle categorie d’uso dichiarate dal cittadino rispetto a quelle riscontrate nel proprio sistema informativo, sulla base della tabella presente nel TIBEG:

    C1 --> il distributore restituisce uso ACR (C1 è previsto solo per forniture centralizzate);

    C2 --> il distributore restituisce uso AC (C2 è previsto solo per forniture individuali);

    C3 --> il distributore restituisce uso ACR.

Per quanto concerne l’erogazione del bonus in bolletta, che per le agevolazioni con decorrenza dal 1 gennaio 2014 è previsto per le sole forniture individuali, il distributore deve calcolare la tariffa di sconto sulla base delle categorie ricevute da SGAte:

  • AC quando per nessuna delle due forniture è previsto il riscaldamento;
  • ACR quando per una delle due forniture è previsto il riscaldamento.

Nel caso di fornitura mista, come previsto dal TIBEG, il distributore non deve erogare il bonus in bolletta in quanto sarà SGAte ad erogarlo tramite bonifico domiciliato, fermo restando che il distributore deve restituire l’esito e l’eventuale difformità sulle categorie d’uso. Anche in questo caso la normativa si applica a tutte le domande di agevolazione per le quali: 

Data Inizio Agevolazione >= 01/01/2014

Ciò comporta che SGAte erogherà il bonus tramite bonifico domiciliato anche per le domande di agevolazione già inviate ai distributori che hanno data inizio agevolazione a partire dal 2014, come ad esempio nei seguenti casi:

  • NUOVA domanda messa a disposizione del distributore nei mesi di novembre/dicembre 2013 quindi con data inizio agevolazione a gennaio o febbraio 2014;
  • domanda di RINNOVO effettuata dal cittadino nel 2013 con data inizio agevolazione nel 2014.

In virtù della regola sopra decritta, inoltre, il distributore continuerà ad erogare i bonus tramite sconto in bolletta per le domande di agevolazione per fornitura mista che hanno la data di inizio agevolazione entro il 31/12/2013, come ad esempio nei seguenti casi:

  • i riesami che il Comune effettuerà nel 2014 per domande con data inizio agevolazione nel 2013 dovranno essere erogate dal distributore;
  • le variazioni di residenza rispetto a domande di agevolazione cessate con data decorrenza nel 2013 dovranno essere erogate dal distributore.

Sulla base delle regole sopra descritte non sono necessari adeguamenti dei tracciati di scambio tra distributori e SGAte. Ognuna delle parti dovrà adeguare i propri sistemi per la corretta gestione delle categorie d’uso e dell’erogazione in bolletta ribadendo nuovamente che la nuova regolamentazione si applica alle domande che hanno data inizio agevolazione a partire dal 1 gennaio 2014.

Si allega una tabella (SGATE_Tabella_Categorie_Uso.pdf) che riepiloga gli scenari di funzionamento del sistema con l’indicazione di cosa deve restituire il distributore e chi deve erogare il bonus.

AllegatoDimensione
SGATE_Tabella_Categorie_Uso.pdf29.36 KB